Come recuperare file InDesign non salvati o eliminati – Adobe InDesign Recovery

InDesign è un’applicazione di pubblicazione utilizzata per creare volantini, brochure, giornali, libri e riviste. A volte, l’applicazione può crash o spegnimento a causa della perdita di potenza mentre la si sta ancora utilizzando. In questo caso, eventuali progressi non salvati nel documento InDesign potrebbero andare persi. Inoltre, è possibile che il tuo file INDD possa è stato cancellato o sovrascritto per errore. Quindi, potrebbe essere necessario riavviare il lavoro dappertutto, e questo può perdere gran parte del tuo tempo prezioso. Fortunatamente, ecco alcuni modi in cui puoi usarlo recuperare il file InDesign.

Metodo 1. Ripristina file InDesign non salvati con Adobe InDesign Ripristino automatico dopo un arresto anomalo

L’applicazione InDesign ha un Ripristino automatico funzione, che può aiutarti a recuperare il tuo lavoro (File INDD con estensione .INDD o .IND) nel caso in cui chiudi l’app senza salvare.

Funzionamento di Adobe InDesign Automatic Recovery

Quando modifichi il tuo file InDesign, l’applicazione salverà automaticamente le modifiche ogni minuto. Tutti i tuoi progressi / cambiamenti di lavoro saranno archiviati in un file temporaneo (inizia con “DBT“) Che si trova nella cartella di ripristino di Adobe InDesign. Quando salvi il tuo lavoro (“Compila il “>”Risparmi” o “Salva con nome“) O uscire da InDesign normalmente, il file temporaneo verrà eliminato. Tuttavia, se il programma si chiude in modo anomalo e quindi si esegue nuovamente il programma, InDesign tenterà di utilizzare quei file temporanei per aprire ciò che era aperto al momento dell’ultimo arresto e recuperare le modifiche non salvate nel file InDesign.

I passaggi per recuperare il file INDD con il file temporaneo di InDesign

Passaggio 1. È necessario riavviare l’applicazione InDesign immediatamente dopo l’incidente. Se l’applicazione è ancora in esecuzione, chiuderla e quindi riaprirla.

Quando l’applicazione si apre, controlla la cartella di ripristino di InDesign. Qualsiasi documento aperto in caso di arresto anomalo di InDesign verrà recuperato dai file temporanei. Se la funzione di ripristino automatico individua il tuo file, lo aprirà.

Passaggio 2. Salva il file InDesign recuperato.

Quando InDesign apre il file, gli verrà assegnato un nome di ripristino automatico. Potrebbe apparire come “[nome originale] recuperato“E se il documento era senza nome apparirà come”Progetto senza titolo 1 recuperato”. Dovrai salvare il file con un nuovo nome, vai a “File”> “salva con nome” inserisci il nome e scegli la posizione in cui desideri salvare il file.

Nota:Se InDesign non riesce a utilizzare il file temporaneo per recuperare il file INDD non salvato per voi dopo il riavvio, molti post vi diranno di individuare manualmente la cartella InDesign Recovery e di forzare il programma a recuperare i dati. MA. Non funzionerà Solo perché le informazioni contenute nella cartella InDesign Recovery sono in formato crittografato.

Metodo 2. Recupera file InDesign cancellati, persi o formattati su Windows / macOS

Se il tuo file INDD è stato eliminato o formattato, dovresti utilizzare uno strumento di recupero dati anziché contare sul ripristino automatico. Alcuni di questi strumenti utili come Aiseesoft PC Recupero Dati può aiutarti a ripristinare il file InDesign perso dal tuo computer in pochi semplici passaggi. Inoltre, può anche recuperare vari formati di file da documenti, immagini a video.

Ecco i passaggi che puoi seguire per recuperare il tuo file InDesign perso.

Passaggio 1. Scarica Aiseesoft e installalo sul tuo computer. 

Aiseesoft deve essere installato sul tuo PC per recuperare i tuoi file.

Win Download 

Mac Download 


Passaggio 2. Una volta completato il processo di installazione, avvia l’applicazione.

Le Programma si aprirà la finestra principale. Ti verrà chiesto di selezionare la posizione sul disco rigido su cui eseguire la scansione.

Passaggio 3. Seleziona la posizione del disco e i tipi di file, quindi fai clic su “scan”.

L’applicazione eseguirà la scansione dell’unità e presenterà i risultati.

Passaggio 4. Ripristina il tuo file InDesign.

Cerca il tuo file InDesign dall’elenco dei risultati della scansione. Una volta individuato il file, fai clic su di esso e quindi fai clic su “Recupera Ora“. Il file InDesign verrà ripristinato.

Domande frequenti su Adobe InDesign Recovery


Q1. Posso forzare manualmente InDesign ad aprire il suo file di ripristino?

A1: No. I file contenuti nella cartella di ripristino sono in formato crittografato. Sebbene sia possibile individuarlo manualmente, non è ancora possibile aprirlo o forzare InDesign a recuperare i dati. E non scherzare con quei file e portare il documento altrove, altrimenti InDesign non sarà in grado di cercare i dati di recupero e perderai la possibilità di recuperare il tuo file INDD non salvato.


Q2. Posso recuperare un file InDesign sovrascritto?

A2: No. È possibile ripristinare il file INDD non salvato con Ripristino automatico. Puoi annullare le modifiche durante la modifica. È possibile recuperare il file InDesign cancellato con il recupero dei dati. Ma se il tuo file viene sovrascritto, il tuo file InDesign originale è buono come se fosse andato, irrecuperabile. Fatti un favore, smetti di provare a recuperare un file InDesign sovrascritto e ricomincia da capo, a meno che tu non abbia un backup.


Q3. Dove si trova InDesign Recovery?

A3: la posizione delle cartelle di InDesign Recovery è disponibile qui:
Esegui InDesign e vai a Modifica> Preferenze> Gestione dei file. Quindi puoi vedere il percorso della cartella di recupero dati di InDesign.


Suggerimenti per proteggere il file InDesign

1. Rintraccia la ragione del tuo problema.

Controlla il file ProtectionShutdownLog dalla cartella InDesign Recovery, che può aiutarti a identificare un plug-in specifico che ha causato il problema. Un’immagine danneggiata o un file di carattere non corretto che causa l’arresto anomalo del file? Un software antivirus elimina il tuo file per errore? O sei così sciocco da eliminarlo da solo. Scopri il motivo e assicurati che non accada più.

2. Formato diverso

Salva nuovamente il file InDesign in un formato diverso come IDML (InDesign CS4 e versioni successive) o INX (InDesign CS3 e versioni precedenti), anziché INDD, che è più suscettibile alla corruzione.

3. Salva spesso e conserva i backup dei tuoi file.

La regola d’oro per proteggere il tuo file InDesign è di salvare con ogni mossa per limitare le possibilità di dover rielaborare troppo se il file INDD corrompe senza salvare. Oltre al salvataggio frequente, qualcuno eseguiva regolarmente il backup di copie su unità esterna o Cloud regolarmente, soprattutto per un progetto di grandi dimensioni. Non è raro avere copie da 3 a 5 in diversi dispositivi di archiviazione prima che un progetto termini.

4. Denominare e organizzare il file con saggezza.

Non è scienza missilistica nominare e ordinare il tuo file. Ecco cosa farebbe un professionista:

“Se stai eseguendo composizioni iniziali per un invito, potresti avere nomi di file come: clientinv_v1_12_12.indd, clientinv_v2_12_12.indd, ecc. Una volta che il client ha approvato la versione, il nome del file sarà clientinv il 12_14.indd o ogni volta ci hai lavorato. Ho una cartella di lavoro (2856 CofC xmas inv) e al suo interno ho una cartella con comp, file PSD, file appiattiti (se presenti), file vettoriali e forniti dal client (file di parole, pdf, jpg, ecc.). Il file live è l’unico file che non si trova in una cartella a parte … “.